Cerca

La conoscenza delle lingue dei segni è ancora molto limitata, nonostante l’interesse nei loro confronti stia crescendo a livello nazionale e internazionale. L’aumento degli studi sulla grammatica delle lingue dei segni è fondamentale per affermare il loro status linguistico e incrementarne la diffusione, e particolarmente importante per quelle lingue come la LIS che non hanno ancora ottenuto riconoscimento. La comunità Sorda italiana non gode ancora dei diritti riconosciuti alle minoranze linguistiche, di conseguenza mancano servizi dedicati alle persone Sorde quali: servizi di interpretariato, assistenza scolastica specializzata nelle problematiche della sordità, servizi di sottotitolazione, tecnologie per l’integrazione.

SIGN-HUB è un progetto della durata di 4 anni (2016-2020) finanziato dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020. Nell’ambito del progetto verrà creata una piattaforma digitale accessibile che comprenderà: (i) la grammatica di sei lingue dei segni che ogni paese partecipante svilupperà nel corso del progetto, (ii) un atlante geografico delle lingue dei segni del mondo, (iii) una sezione sugli strumenti per la valutazione dei disturbi del linguaggio e (iv) un archivio di interviste e narrazioni di segnanti anziani, per preservare la loro memoria linguistica, storica e culturale.

Il progetto coinvolge sette paesi: Spagna, Paesi Bassi, Germania, Francia, Italia, Turchia e Israele.

Coordinatore del progetto:

Josep QUER (Università Pompeu Fabra, Spagna)

JSN Solid template designed by JoomlaShine.com